Scala in marmo

(Privato)

Questo lavoro nasce dalla richiesta di una giovane coppia impegnata nella ristrutturazione di una villetta degli anni ’90. Nello specifico ci hanno chiesto aiuto per i rivestimenti esterni e una scala interna che occupava tre piani e l’ingresso. La coppia aveva le idee chiare: volevano utilizzare un marmo di colore bianco, nero e bianco cristallino.

La ricerca della materia prima  

Come prima cosa siamo partiti alla ricerca di campioni: nero marquinia, bianco lasa, quarzo bianco cristallino e poi Panda White, un marmo di tendenza caratterizzato da una base bianca cristallina con grosse venature nero e verdone scuro proveniente da cave cinesi. I ragazzi erano innamorati di questo materiale, ma proprio perché di tendenza, la difficoltà è stata recuperare le 12 lastre che ci servivano nello spessore 3 cm. Il cliente aveva urgenza di entrare e così abbiamo deciso di passare allo spessore di 2 cm. È stata la scelta giusta: i 2 cm hanno garantito la tenuta del rivestimento e il risultato estetico era perfetto.

Il disegno del marmo

Abbiamo proposto di sviluppare la venatura nera come fosse una fascia continua a zig zag, le lastre però presentavano la venatura nera solo su un lato della lastra, l’altra era bianca con striature grigio chiaro. Così, dopo aver simulato in un disegno l’effetto finale per il cliente, abbiamo cominciato a tagliare le lastre per distribuirle in modo corretto ed avere l’effetto immaginato.

Lo posa

Questo passaggio è stato molto delicato, non si poteva sbagliare o rompere il minimo pezzo perché era impossibile sostituirli. Preziosa è stata l’esperienza del nostro collaboratore posatore, Daniel. Il risultato è stato perfetto e clienti ci hanno chiesto di replicare la stessa idea nei portali degli ingressi dei vari piani, sempre con lo stesso concetto di vena continua. Come ringhiera hanno scelto di contattare un artigiano per un lavoro in ferro battuto artistico che ha completato perfettamente l’idea di movimento del marmo.

Manutenzione

Per la manutenzione di questo materiale abbiamo consigliato di tenere aspirata la scala e lavarla con un panno in microfibra con NEUTROCLEAN detergente igienizzante a PH neutro diluito in acqua nella proporzione di un tappo ogni 5 L. Essendo bianco, lucido e cristallino bisogna evitare di usare prodotti acidi se si sporca con sostanze organiche come succhi cocacola pulire subito per non rischiare che la superficie si opacizzi, la scala è stata fornita già trattata con un impermeabilizzante e d è possibile che tra 5 /6 anni sia necessario ritrattare e l’operazione richiederà l’intervento di operari specializzati.

Alla fine della posa in opera consegniamo al cliente un kit di campioni dei prodotti che consigliamo con un piccolo manuale per l’uso .
Siamo sempre a disposizione del cliente per consigliare o intervenire quando avesse necessità.

CONDIVIDILO SU

Isopietra & Isomarmo

Rivestimento ventilato

La Casa di Pietra

Vestalia: il candelabro firmato Lato X Lato


I vasi di Diego Chilò

Una piscina interna